1. Home
  2. Atletica
  3. Atletica, Nadia Neri rinuncia agli Assoluti: scelgo di fare il medico

Atletica, Nadia Neri rinuncia agli Assoluti: scelgo di fare il medico

Nadia Neri non parteciperà ai prossimi Campionati Italiani Assoluti a Padova. L’annuncio è arrivato martedì pomeriggio con un post pubblicato dalla velocista del CUS Cagliari sulla sua pagina facebook.  Dopo alcuni giorni di dubbi, la scelta tra la gara e il suo lavoro è andata a favore del suo mestiere, quello del medico. In un momento difficile per l’emergenza Covid in Sardegna e nel nostro Paese, la Neri mette al centro la sua salute e quella degli altri. La decisione è stata condivisa dal suo allenatore, Pompilio Bargone, e dalla società.

Questo è il post completo:

«Ci vuole più coraggio ad accettare un rischio o a rinunciare ad un rischio? Mi sono chiesta e richiesta per tanti giorni quanto fosse importante il rischio e quanto valesse la pena prenderselo. La verità è che ogni giorno il rischio aumentava e parallelamente mi chiedevo se avessi bisogno di così tanto coraggio per fare una rinuncia. Ma in cuor mio sapevo che rimandare non avrebbe cambiato ciò che sentivo dentro.
Cosa mi spinge a rinunciare per il secondo anno di fila alla partecipazione ai campionati italiani di atletica a Padova, fresca ancora un anno di personal best in due discipline? Mi spinge il mestiere che ho intrapreso da quest’anno.
Sto vedendo la mia cara Italia e la mia cara Sardegna farsi risucchiare ancora una volta nel buio del Coronavirus. Un contagio in più al giorno, una persona in più che rischia la sua vita in primis e poi mette a rischio quella di familiari e persone attorno.
Noi personale sanitario ci stiamo occupando di segnalare chi può essere un possibile contagiato, dobbiamo capire quale sia un reale contagio e quale sia un semplice malanno estivo.
In Sardegna i contagi stanno aumentando a dismisura e io non sento la tranquillità di poter dire “Sono sana, tornerò sana a lavoro”. È lo stesso problema che mi pongo quest’anno quando rinuncio a stare in spazi affollati o in locali. Non sarei in pace con me stessa, con quello che ho scelto di fare e con quello che voglio ottenere per gli altri: la salute.
In realtà non sono sicura che la mia sia la scelta migliore perché i Campionati Italiani sono per me la manifestazione più solenne e importante dell’anno, quella per cui mi alleno e cerco di migliorare ogni giorno, quella che a febbraio scorso mi ha assegnato un posto in finale ai campionati indoor. L’anno scorso era la laurea lo stesso giorno a non permettermi di partire ed era stata una scelta imprescindibile. Quest’anno la scelta la sto prendendo io e ora che ho scelto vi assicuro che sto davvero meglio con me stessa e mi sento molto coraggiosa.
Nadia»

Menu