RICHIEDI LA CUS CARD
PRENOTA UN CAMPO

Basket A2/F: CUS Cagliari sei salvo!

Pubblicato il

Il CUS Cagliari è salvo! In una stagione difficilissima, le ragazze di coach Federico Xaxa hanno conquistato la permanenza in A2 Femminile nell’ultima giornata della regular season grazie al successo contro Bolzano. Al PalaCUS, la sfida si chiude sul 57-45 (parziali 15-9, 14-18, 19-10, 9-8).

La gara. Rossi, Niola, Ridolfi, Caldaro, Borsetto è il quintetto iniziale scelto da Xaxa. Dopo un inizio punto a punto e qualche errore da entrambe le parti, il CUS grazie al break di capitan Rossi si porta avanti sul +6. Nel secondo quarto, Sorrentino aumenta il vantaggio a +8 ma Matic prima e Fall poi cercano di recuperare terreno. A 03:35 dall’intervallo lungo, i cinque punti della Desaler portano le giocatrici in maglia rossa avanti. Lewis e Caldaro rimediano prima della tripla di Ruocco (27-27). A venticinque secondi dalla fine del quarto, i due punti della Rossi mandano il CUS negli spogliatoi in vantaggio. Nel terzo quarto, le due squadre si fronteggiano canestro a canestro. Le cagliaritane non riescono ad allungare fino a quattro minuti dalla fine – grazie a Sorrentino e Ridolfi – quando si riportano il avanti sul +6 prima di prendere il largo con i tre tiri liberi della Lewis e alla tripla della solita Ridolfi. Il terzo quarto si chiude con +13, massimo vantaggio. Negli ultimi dieci minuti, la tripla della Ridolfi e i due punti della Caldaro consolidano il risultato. Gli ultimi due tiri liberi del campionato sono di Chiara Rossi. Villarini e Fall chiudono la gara. Il CUS conquista i due punti ed è salvo.

Tabellini . CUS Cagliari: Ridolfi 10 (2/6 da 2, 3/5 da 3) Borsetto 3 (0/2 da due, 1/1 da tre), Caldaro 8 (4/10 da due), Niola 4 (2/2 da due, 0/3 da tre), Rossi 10 (4/13 da due, 0/2 da tre, 2/2 liberi), Gaetani, Sorrentino 13 (5/10 da due, 1/2 da tre), Zucca V, Aielli, Santoru, Lewis 9 (3/6 da due), Mancini; Bolzano: Servillo 10, Fall 16, Matic 4, Pobitzer 2, Ribeiro da Silva, Cela, Desaler, Zangani, Villarini 3, Ruocco 3, Valeroso.

Guarda la gara sul canale YouTube di Directa Sport:

Dopogara. “Abbiamo dovuto affrontare mille difficoltà. Siamo riusciti a stare tutti uniti: la squadra, il mio staff tecnico, la società che ci ha seguito anche nei momenti difficili, quando abbiamo preso delle imbarcate. Abbiamo messo in campo delle giovani. Credo che abbiamo fatto qualcosa di straordinario che si possa paragonare ad un piccolo scudetto” – così il coach ai microfoni di Directa Sport – “È stata la stagione più difficile della mia carriera. Voglio fare i complimenti alle ragazze perché sono state straordinarie a non mollare mai, ad arrivare all’ultima gara del campionato, in casa, che valeva una finale e vincerla nettamente”. Sull’entusiamo del PalaCUS: “Volevamo cambiare un trend che sembrava non potesse dare risultati positivi. Il derby vinto con il Selargius ha dato emotività a gran parte del popolo cussino. Questa emotività te la porti a casa, forma energia. Peccato che il campionato sia finito perché potevamo crescere ancora, far meglio perché solo da poco tempo siamo riusciti a lavorare come volevamo, per mille moviti. Sono molto contento del risultato soprattutto in una situazione di crescita che vuole sviluppare il CUS”. Tanti i momenti chiave nella stagione: “Ogni volta che ci stavamo riprenendo capitava qualcosa. Stavamo crescendo con <Pordenone e abbiamo perso la Tomasovic. Due settimane dopo abbiamo perso un’altra giocatrice importante, anche se molto giovane, come Federica Madeddu, che giocava minuti importanti in Serie A. Un altro momento importante è stato l’innesto della Lewis arrivata fuori condizione e che nelle ultime settimane ha lavorato sodo e credo che oggi ci abbia dato una mano enorme per questa salvezza” Chiusura sulle tre squadre sarde che si giochernno i playout per la permanenza in A2: “Tutti si aspettavano che noi saremo retrocessi in questo girone molto difficile del girone Nord, poi erano convinti dei playout e invece abbiamo smentito l’opinione pubblica e questo ci fa ancora più piacere”

Via Is Mirrionis, 3 “loc. Sa Duchessa” Telefono-Fax: 070 283 816 | cus@unica.it
LUN – MAR – MER – GIO – VEN 15.30 – 19.30 | MAR – GIO  09.30 – 12.30